Storia dell’ANCL

ancl_logo

La Categoria dei Consulenti del Lavoro prima del suo riconoscimento istituzionale era aggregata in associazione. Ed è stata proprio la strenua lotta, fatta di tante piccole battaglie, condotta dall’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro (costituita nel 1953) che ci ha portato prima, nel 1959, al Regolamento di attuazione della Legge 23 Novembre 1939 n. 1815 sull’esercizio delle attività professionali , poi al riconoscimento giuridico della nostra Categoria con la Legge 12 Ottobre 1964 n. 1081.

E sempre la spinta associativa portò qualche anno più tardi, nel 1971, ancora nel giorno 23 Novembre, alla Legge n. 1100 che istituì, l’Enpacl, il nostro Ente di Previdenza.

Non meno combattuta è stato l’iter di formazione dell’attuale legge che regola l’ordinamento della professione del Consulente del Lavoro, la Legge 11 Gennaio 1979, n. 12.

Dopo le battaglie “istituzionali” l’ANCL ha spostato il suo obbiettivo all’interno della Categoria mirando, negli anni, da un lato a tutelare e difendere gli interessi dei Consulenti del Lavoro e dall’altro ad elevarne l’immagine all’esterno. Tutto ciò attraverso un graduale rinnovamento dell’Associazione stessa, nei suoi fini, nei suoi mezzi e nella sua struttura organizzativa.

L’ultimo atto di tale ammodernamento è stato la celebrazione del Congresso Straordinario del 8/9/10 Novembre 2002 conclusosi con l’approvazione del Nuovo Statuto.

La novità formale e sostanziale nello stesso tempo, di maggior rilievo è la denominazione in “Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro Sindacato Unitario di Categoria”.

Il Congresso ha, infatti, ratificato l’unificazione sindacale con il Siclam e l’Ucla (già costole della vecchia Ancl). L’unificazione, come si legge nel manifesto associativo, nasce dalla necessità di non disperdere energie importanti, di dotare la Categoria di un Sindacato unico, forte e rappresentativo, capace di far sentire la propria voce a tutti i livelli con piena dignità.

Il Congresso è stato il momento anche per innovarsi nei fini prevedendo accanto ai tradizionali obbiettivi di difesa e tutela degli interessi professionali e sindacali dei consulenti del lavoro, anche la valorizzazione dell’immagine del Consulente “professionista e imprenditore” e del suo sempre più attivo ruolo sociale.

Gli altri obbiettivi di formazione, informazione e aggiornamento professionale sono compiti di un rinnovato Centro Studi Nazionale.

Sul versante organizzativo interno si è riproposta la strada della regionalizzazione che, quando è stata imboccata, nel 1998 era forse in anticipo sui tempi ma che oggi, in mancanza di un effettivo decollo, rischia di portarci in ritardo rispetto alla galoppante devolution amministrativa statale.

L’Ancl, aderisce alla CO.N.SI.L.P. – Confederazione Nazionale Sindacati Liberi professionisti.

L’A.N.C.L. è parte contraente del CCNL per i dipendenti degli studi professionali. Inoltre, in qualità di consulente tecnico, ha partecipato alla stesura e sottoscrizione dei CCNL: Aziende Commerciali (Imprese Minori) – Aziende dei Settori Turismo (Imprese Minori) – Commercio con i dipendenti fino ad otto – Commercio con dipendenti fino a 50 – Turismo – Pubblici esercizi con dipendenti fino ad otto – Terziario e Servizi – Panificazione – Radio Televisioni private – Artigianato per 15 categorie.

L’Associazione ha sempre espresso, maggioritariamente, la dirigenza degli organismi istituzionali della Categoria. Attualmente i componenti del Consiglio Nazionale dell’Ordine Consulenti del Lavoro e del Consiglio di Amministrazione dell’Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza Consulenti del Lavoro – E.N.P.A.C.L. sono espressioni dell’A.N.C.L. che, praticamente, cura e promuove gli interessi dei Consulenti del Lavoro in tutte le sedi.

L’Associazione, tramite il Centro Studi Nazionale “Cesare Orsini”, si occupa dell’aggiornamento tecnico e culturale degli iscritti, organizzando convegni e giornate di studio sia a livello nazionale che locale, pubblicando manuali e testi operativi, partecipando a comitati di redazione di opere organiche e banche dati in materia di legislazione sociale, fiscale e del lavoro presso vari editori.

L’Ancl ha gestito una propria collana dei contratti collettivi nazionali di lavoro e cura, attraverso una propria redazione, la rivista settimanale “Il Consulente Milleottantuno” e il sito www.anclsu.com.

L’Associazione ha rapporti con il Ministero del Lavoro – Ministero delle Finanze – Ministero di Grazia e Giustizia – Camera dei Deputati – Senato della Repubblica – I.N.P.S. – I.N.A.I.L. – C.N.E.L. – Confindustria – Confcommercio – Confartigianato – C.G.I.L. – C.I.S.L. – U.I.L. – Partiti politici – Unione Cristiana Italiana Commercio e Turismo (U.C.I.C.T.) – Bureau International Du Travail International Labour Office (BIT) Agenzia specializzata dell’O.N.U.